header

Padova (PD), 21 maggio 2015

INCONTRI ONCOLOGICI TRIVENETO – XXI INCONTRO “Il ruolo della terapia sistemica nelle neoplasie della testa e del collo”

QUESTIONARIO

1) In quale fase del percorso diagnostico terapeutico i pazienti con malattia localmente avanzata vengono valutati in ambito multidisciplinare?

Solo alla diagnosi per stabilire il percorso terapeutico
Alla diagnosi e al termine del trattamento per valutazione della risposta
Alla diagnosi, al termine del trattamento, e in corso di follow-up
Mai

2) Quale approccio terapeutico viene adottato nel suo centro per i pazienti con malattia localmente avanzata non candidati a chirurgia?

Chemioterapia concomitante a radioterapia
Chemioterapia di induzione e a seguire solo radioterapia
Chemioterapia di induzione e a seguire radioterapia concomitante a chemioterapia
Chemioterapia di induzione e a seguire radioterapia concomitante a cetuximab

3) In base a quali criteri sceglie se proporre la chemioterapia di induzione?

Estensione del tumore primitivo
Entità dell’interessamento linfonodale
Sede del tumore primitivo
Altri parametri

4) Secondo quali criteri sceglie a quali pazienti somministrare cetuximab in associazione radioterapia?

Età
Performance status e comorbidità
Status HPV
Sede del tumore primitivo
Tutte le precedenti
Nessuna delle precedenti

5) Ritiene che i pazienti HPV positivi debbano ricevere un trattamento diverso rispetto ai pazienti HPV negativi?


No

6) In caso di riscontro di recidiva loco-regionale, quale ritiene sia l’approccio terapeutico migliore?

Chirurgia o ritrattamento con radioterapia se fattibile
Ritrattamento con radioterapia associata a chemioterepia (anche se utilizzata in regime adiuvante)
Terapia oncologica medica ed eventuale radioterapia solo a scopo palliativo

7) In quale setting propone il posizionamento della PEG?

A tutti i pazienti con malattia localmente avanzata prima di iniziare il trattamento radio- chemioterapico
A pazienti selezionati sulla base dello stadio di malattia, del supporto familiare, dello stato nutrizionale
All’insorgenza della tossicità

8) Nel paziente anziano utilizza schemi e/o dosi differenti di chemioterapia?


No
Dipende da fattori correlati al paziente (comorbidità, età, performance status,…)

9) Quali ritiene possano essere le prospettive future in termini di terapia medica per le neoplasie del distretto testa-collo?

Immunoterapia
Immunoterapia associata o sequenziale a chemioterapia
Terapia a bersaglio molecolare
Terapia a bersaglio molecolare con farmaci inibitori di EGFR
Tutte le precedenti


*Il suo nome

*La sua email

*Accetto l'invio di questo modulo

* = Campi obbligatori

footer